Pubblicato il 14 luglio 2015

Bologna, Modena e Reggio Emilia: tra biblioteche, ludoteche e cineteche
Multiplo di Cavriago, BLA di Fiorano Modenese, Sala Borsa e Cineteca di Bologna, l’Ex Officina Emilia

Il Viaggio destinato prevalentemente ai bibliotecari del Polo ha permesso di scoprire a una delegazione degli istituti il funzionamento di alcune delle più recenti ed efficienti realtà del centro Italia. Il Multiplo di Cavriago racchiude all’interno dell’eclettico giardino botanico modernità e tradizione. Il nuovo centro culturale di un comune di 9.000 abitanti ogni anno effettua oltre 70.000 prestiti e comprende una sala lettura, molti spazi per i giovani, la possibilità di prendere giochi in prestito e una delle poche artoteche presenti in Italia, in cui è possibile prendere in prestito opere d’arte per un mese. Interessante di questa esperienza la capacità di coinvolgere i privati nel progetto.
Il BLA (Biblioteca, Ludoteca e Archivio) di Fiorano Modenese si trova all’interno di una struttura contemporanea ed è molto frequentato dagli studenti che lavorano tra le forme disegnate dagli scaffali aperti. La ludoteca, nata nel 1981, una delle più antiche in Italia possiede oltre 3.000 giochi. La Cineteca di Bologna è una grande realtà con oltre 80 dipendenti che lavora in tutto il mondo. Interessanti i contenuti su Pasolini e il lavoro effettuato per la famiglia di Charlie Chaplin. Intrattiene molte relazioni con il Museo del Cinema e potrebbe configurarsi come partner interessante per il Polo del ‘900. La Sala Borse di piazza Maggiore a Bologna, un progetto non recente ma in grado di rinnovarsi continuamente. Con oltre 1.300.000 passaggi all’anno e una piazza centrale coperta si configura come uno degli spazi assolutamente da tenere in considerazione e da approfondire per il modello Polo del ‘900. Infine, l’esperienza da poco conclusa di Officina Emilia, nata per non dimenticare il passato dell’area modenese, ha da poco conclusa la sua esperienza come spazio fisico ma permane come spazio virtuale.

 

Incontro con: Letizia Valli, responsabile Mutiplo di Cavriago
Alessandra Alberici, responsabile BLA di Fiorano Modenese
Anna Flaccarini, Responsabile Cineteca di Bologna
Liù Palmieri, Responsabile Comunicazione e Roberto Ravaioli, responsabile storia locale Sala Borsa
Margherita Russo, ex direttore scientifico del progetto Officina Emilia

CONDIVIDI: