La sala lettura in via del Carmine 14 è aperta dalle 10.00 alle 19.00

a a
News

Festival delle Culture Popolari

Festival delle Culture Popolari

L’estate di San Martino è un periodo importante nella tradizione italiana, in particolare nelle zone rurali del nord è simbolicamente associata al rinnovamento.  È negli stessi giorni che, puntuale come nell’antico calendario agrario, per la XIII edizione, si presenta il Festival delle Culture Popolari, anch’esso per celebrare la fine di un percorso e l’inizio di uno nuovo. Come di consueto, il laboratorio creativo della Rete Italiana di Cultura Popolare si apre per quattro giorni – da venerdì 9 a lunedì 12 novembre –  presentando i suoi progetti, gli obiettivi e gli attori con cui perseguirli.

Il tema “Raccontare, raccontarsi”, partendo dal tradizionale lavoro della Rete sull’oralità popolare, pone l’accento sull’ascolto e sul dialogo con l’altro, con le comunità territoriali, per mettere in luce le loro necessità e risorse: dal progetto Colibrì per l’attivazione di comunità al Portale dei Saperi, dal Borgo dei Narratori al lavoro sulle parole del Fondo Tullio De Mauro e alla collaborazione con le scuole.

Molti sono gli appuntamenti da seguire per comprendere dove stanno agendo tutte le persone, le associazioni, le scuole, le istituzioni pubbliche e private che dialogano con il mondo della Rete. Quest’anno ci sarà il primo Forum nazionale di “Indovina chi viene a cena?”, un progetto nato dal basso e che ormai è presente in tutte le regioni d’Italia. Verrà presentato il Portale dei Saperi, ultimo strumento ideato all’interno del progetto Colibrì, con i soggetti coinvolti che ne racconteranno l’applicazione sui territori. Ma anche cinema, con la satira pungente del Terzo Segreto di Satira, una Notte bianca dei bambini, laboratori e spettacoli per un progetto di comunità di prossimità, una riflessione sulla parola “razza” al Fondo De Mauro, a 80 anni dalle leggi razziali, con Francesco Cavalli-Sforza.  Un Festival pieno di racconti e di azioni che mobilitano e cambiano le comunità in cui nascono.

Per maggiori informazioni puoi consultare il sito internet delle Rete Italiana di Cultura Popolare.

 

IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI

Venerdì, 9 novembre

Satyricom. La satira tra teatro, cinema e media – seminario
Dalle ore 16.30 |Palazzo Nuovo, Via Sant’Ottavio, 20
Dialogo tra Cinedumedia e Terzo Segreto di Satira. La satira affonda le sue radici nelle opere della cultura greca. Dal dramma satiresco in poi, la satira si è rivestita anche di un ruolo di ribaltamento sociale e ha continuato a manifestarsi fino alla nostra attualità culturale in cui essa si riveste di tonalità appartenenti al comico, all’umorismo e al ridicolo, mantenendo la sua istintiva forza dirompente di rottura dell’equilibrio apparente. Saluti istituzionali: Università di Torino: Giulia Carluccio, Studium, e Alberto Parola, Cinedumedia. Intervengono: Ambrogio Artoni, Antonio Damasco, Terzo Segreto di Satira, Gabriele Rigola e Lorenzo Denicolai.

“Si muore tutti democristiani” di e con il Terzo Segreto di Satira – cinema
Dalle ore 20.30  | Convitto Nazionale Umberto I, Via Bligny 1 bis – Aula Magna
Dal web al grande schermo il primo film del collettivo il Terzo Segreto di Satira. Racconta il percorso lavorativo di tre amici e colleghi, accomunati dagli stessi ideali e dalle stesse convinzioni politiche: “meglio fare cose pulite con soldi sporchi o cose sporche con soldi puliti?” Cosa decideranno i nostri eroi?

 

Sabato, 10 novembre

Colibrì – Dispositivi per una comunità – tavolo di lavoro aperto
Dalle ore 15.00 | Polo del ‘900, via del Carmine 14 – Sala Didattica
Le comunità territoriali e gli attori che hanno dato vita al Progetto Colibrì, sviluppando il Portale dei Saperi, si incontrano in una tavola rotonda per confrontarsi e condividere bisogni e strumenti di lavoro. Intervengono: Roberta Del Bosco – Fondazione CRT Marzia Sica e Ilaria Caramia – Compagnia di San Paolo Andrea Rebaglio e Chiara Bartolazzi – Fondazione Cariplo Gaela Bernini – Fondazione Bracco Laura Tondi – Lavazza Guido Bolatto – Camera di commercio

Portale dei saperi, uno strumento per l’attivazione di comunità – presentazione
Ore 17:00 | Polo del ‘900, via del Carmine 14 – Sala Didattica
Che cos’è il Portale dei Saperi? Ascoltare la voce dei territori che, acquisendo consapevolezza dei propri saperi, si raccontano a partire dalle persone, dalle storie di vita e di mobilità, dalle vocazioni produttive, dai luoghi e dalle comunità oltre l’economia conosciuta. Intervengono: Mario Calderini – Politecnico di Milano Maria Cristina Ferradini – Fondazione Vodafone Italia Chiara Saraceno – Rete Italiana di Cultura Popolare

Dona la Voce
Dalle ore 10:00 alle 17:00 |Tullio De Mauro, Via Arsenale 27 – Galleria Tirrena, scala E.
“Dona la voce” è un progetto partecipato, ideato con Tullio De Mauro, per valorizzare il patrimonio materiale e immateriale delle lingue e delle parlate, ma soprattutto per ridare dignità alle culture locali in un’ottica di convivenza. Si tratta di leggere nella propria lingua madre o nel proprio dialetto una poesia, un racconto, una filastrocca, un proverbio o un modo di dire che si trova nella biblioteca del Fondo Tullio De Mauro. Ogni donazione viene geolocalizzata in un Archivio che contribuisce a disegnare una mappa della memoria collettiva.

Notte bianca per bambini insonni – esperienza per bambini
Dalle ore 20.30 | Fondo Tullio De Mauro, Via Arsenale 27 – Galleria Tirrena, scala E.
Arriva al Fondo Tullio De Mauro il raccontalibri Sergio Guastini che porta i bambini nel mondo magico della lettura notturna tra gli scaffali della biblioteca. “Dentro i libri c’è tutto, anche quello che non c’è. C’è Marco Polo, la via della seta, il libro più piccolo del mondo, il più grande, il libro di marmo, il libro musicale, il libro che pensa, il libro che puzza…e tanti altri che contengono il virus della lettura.” L’attività è rivolta ai bambini dai 8 ai 10 anni. L’ingresso è gratuito. Posti disponibili 20. Prenotazione obbligatoria a info@reteitalianaculturapopolare.org

 

Domenica, 11 novembre

Primo Forum Nazionale di “Indovina chi viene a cena” – Tavolo di lavoro
Dalle ore 11.00 | Fondo Tullio De Mauro, via dell’arsenale 27 – Galleria Tirrena, scala E
Dopo 8 anni dalla nascita del progetto, “Indovina chi viene a cena?” diventa una realtà nazionale. Tutti i territori si incontrano nel primo forum nazionale: da Torino a Verona, da Reggio Emilia a Matera, da Napoli a Messina. Grazie alla collaborazione e al sostegno di Fondazione con il Sud, il progetto da quest’anno si attiverà anche nelle regioni del Sud Italia.

Il diario di Clémentine Posmogda – dialogo
Dalle ore 15:00 | Fondo De Mauro, Via Arsenale 27 – Galleria Tirrena, scala E
Vincitrice del concorso DiMMi 2018 – Diari Multimediali Migranti – promosso dall’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve di Santo Stefano. Clémentine, nata in Costa D’Avorio, cresciuta in Burkina Faso, laureata in linguistica alla Scuola Normale Superiore di Pisa, racconta la sua storia in un dialogo ricco di scoperte e emozioni.

Il potere delle parole: Razza – dialogo
Dalle ore 17.30 | Fondo Tullio De Mauro, Via Arsenale 27 – Galleria Tirrena, scala E
Francesco Cavalli-Sforza, filosofo, regista, divulgatore scientifico, si prende cura della parola razza, partendo dal libro “Chi siamo. La storia della diversità umana” scritto insieme al padre Luca, dove l’origine comune africana dell’umanità moderna smonta pezzo per pezzo il concetto di razza e porta con sé un messaggio di unità.

 

Lunedì 12 novembre

Dalle parole dell’odio al dizionario che cura le parole.  Dialogo
Dalle ore 10.00 alle ore 11.30 | Convitto Nazionale Umberto I, Via Bligny 1 bis – Aula Magna
Approfondimento di: Chiara Saraceno Letture e video a cura di: Antonio Damasco “Anche nell’odio le parole non sono tutto, ma anche l’odio non sa fare a meno delle parole”. Chiara Saraceno e Tullio De Mauro facevano parte della stessa commissione Joe Cox sulla discriminazione, l’intolleranza, la xenofobia e sui fenomeni di odio. Dalle visite studio alla realizzazione di podcast radiofonici, il Fondo Tullio De Mauro riparte dalla cura delle parole per dialogare con il mondo della scuola. L’incontro si svolge in diretta streaming con possibilità di connessione da parte di tutte le scuole secondarie di primo e di secondo grado. Le scuole interessate a partecipare alla videoconferenza sono pregate di scrivere a info@reteitalianaculturapopolare.org

 

Ulteriori eventi in programma

Scatola delle meraviglie. Laboratori e spettacoli
Sabato 10 e domenica 11 Novembre | Polo del ‘900, via del Carmine 14 – Sala Voltoni e Sala Didattica
All’interno del progetto “un teatro per una comunità” nasce contenitore di meraviglie dedicato ai bambini e alle loro famiglie, ma anche a quegli adulti che vogliono provare alcune delle attività che offre il Borgo dei narratori: tra musica, danze, marionette e laboratori.

Testimoni delle cultura popolare – Laboratorio di giochi
Sabato 10 e domenica 11 ore 10.00
Con Pierfranco Causone e Ferdinando Busca, portatori di memorie del passato verso le nuove generazioni, propongono un laboratorio alla scoperta dei giochi della tradizione popolare utilizzando materiali di recupero.

L’albero incantato – Teatro
Sabato 10 ore 16.00
A cura di Emergency. Un libro animato conduce i bambini in un viaggio fantastico che li porterà fino in Afghanistan, accompagnati dalla voce di Alessandra Odarda e dalla musica di Chiara Manueddu. Età 5-10 anni.

Tactus – Laboratorio
Domenica 11 ore 15.00
Un laboratorio in cui si sperimenteranno giochi tattili e di relazione, per comprendere insieme l’importanza del contatto con l’altro. A cura di Elena Gilli. Età 4-7 anni.

I suoni intorno al braciere: danze e canti tra il rito e la festa nella tradizione popolare – Laboratorio per adulti
Sabato 10 e domenica 11 ore 19.00
Il cerchio che si crea intorno al braciere, quel luogo dove ci si ritrova per scaldare il corpo a qualsiasi età, in cui si impara guardando, ascoltando racconti, cantando, in cui si condividono emozioni e ci si scalda il cuore. A cura di Synàntisi.

 

 

Il Polo sei tu

Quali temi vorresti affrontare nel 2019 al Polo?

Sai già cosa cercare o vuoi una mano?