Pubblicato il 16 novembre 2017

17 Novembre, ore 11:00
Sala Convegni Museo del Territorio
Via Q. Sella, Biella

Bocia. Diritti ai margini
Il lavoro minorile dal bocia all’Italia del terzo millennio

Tavola rotonda

 

La Città di Biella ospita la tavola rotonda con i primi risultati delle ricerche condotte dalla Biblioteca Civica di Biella e dal Centro studi Piero Gobetti e promuove i prossimi appuntamenti. Primo tra tutti lo spettacolo teatrale Bambini in fabbrica: i bocia di Einaudi e Gobetti che sarà messo in scena il 26 novembre presso la Fabbrica della Ruota, Pray (BI) e il 2 dicembre alle ore 18,30 e alle ore 21 presso il Polo del 900 a Torino all’interno del programma di appuntamenti Infanzia Negata.

Saluti istituzionali: Assessore Teresa Barresi (Città di Biella).

Interverranno: Claudia Bianco e Marta Vicari (Centro Studi Piero Gobetti), Danilo Craveia e Marcello Vaudano (DocBi), Marinella Bianco (Associazione Ex Asilo Clelia Ferrua), Anna Bosazza (Città di Biella).

Progetto a cura di Docbi, in partnership con Centro Gobetti, Città di Biella, Associazione Clelia Ferrua e Centro Rete biellese Tessile e Moda, sostenuto dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del “Polo del ‘900: bando per il Piemonte” e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.

 

17 Novembre, ore 17:00
Sala ‘900, Via del Carmine 14

Presentazione del volume
Con la guerra in casa. La provincia di Cuneo nella Resistenza 1943/1945 (Primalpe, 2016)

 

Realizzato dall’Istituto storico della Resistenza di Cuneo in occasione del 70° anniversario della Liberazione, il volume intende raccontare per la prima volta la lotta partigiana con lo sguardo all’intero territorio provinciale.
Dopo i numerosi studi dedicati alla Resistenza nelle singole aree del cuneese, il testo offre finalmente una lettura d’insieme grazie anche a una pluralità di fonti finora mai comparate in modo così dettagliato.
Gli otto saggi che lo compongono non solo gettano nuova luce su aspetti tradizionalmente studiati quali quelli politico-militari, ma ampliano lo spettro di indagine dedicando attenzione anche alle vicende della popolazione e ai riflessi della Resistenza sull’economia locale, soffermandosi altresì sul ruolo delle donne nella Guerra di liberazione.

Saranno presenti i curatori ed alcuni autori dei saggi.

Introduce e modera Antonio Caputo, Presidente Fiap Piemonte.

Presenta Sergio Soave, Presidente del Polo del ‘900 e dell’Istituto storico della Resistenza e della Società contemporanea in provincia di Cuneo.

Iniziativa promossa dalla FIAP.

 

 

21 novembre, ore 17:30
Sede storica del Centro Gobetti,  Via A. Fabro 6

Seminario La politica per il XXI secolo
a cura di Pietro Polito e Lorenzo Vai

Nell’ambito del ciclo Paura e libertà, il Centro studi Piero Gobetti organizza l’incontro sul tema Paura della libertà: Erich Fromm e Carlo Levi.

Relazioni di Angela Arceri e Cesare Panizza.

 

24 Novembre, ore 18:00
Sala ‘900, Via del Carmine 14

Per il progetto La Repubblica delle donne 2.0:
MENO STEREOTIPI = MENO VIOLENZA
Percorsi per una società più equa

 

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Centro studi Piero Gobetti prosegue il suo percorso sugli studi di genere, cominciato un anno fa, con un nuovo appuntamento del progetto La Repubblica delle donne. Questa volta si ragionerà sugli stereotipi di genere e di come questi siano la radice culturale degli episodi di violenza che sono in continuo aumento. L’evento sarà caratterizzato da una performance di Davide Simonetti dei Lettori d’Assalto, dalla proiezione del documentario Bomba Libera Tutti di Pina Caporaso e Daniele Lazzara (vincitore del Premio Immagini Amiche, promosso dall’Unione Donne Italiane e dal Parlamento Europeo), dagli interventi di Elisa Santini di Ananke lab, Domenico Matarozzo del Cerchio degli Uomini, Pina Caporaso e da un dialogo aperto con il pubblico.

 

27 Novembre

68.18
PALAZZO CAMPANA:L’INIZIO

 

A cinquant’anni dalla storica occupazione di Palazzo Campana, il Polo del ‘900 presenta una giornata che sarà il punto di partenza per le iniziative che verranno organizzate nel corso del 2018 attorno al tema del ’68.

Un’occasione di incontro, scambio e confronto tra chi è stato protagonista di quegli eventi e chi oggi frequenta le università e sta costruendo il proprio futuro e quello della società in cui viviamo. Per questo sono stati coinvolti i giovani ricercatori di Atelier Ideas & Research e i ragazzi del progetto 900 Giovani del Centro studi Piero Gobetti chiedendo loro di partecipare.

ore 18:00

Centro studi Piero Gobetti, via Fabro 6

Giuseppe Maione  terrà una Lezione sul Sessantotto:
L’occupazione di Palazzo Campana. Alle origini del movimento. Una rivisitazione critica attraverso i documenti.

 

A seguire:
Marco Scavino presenterà Il Fondo Marcello Vitale. Una fonte per lo studio del Sessantotto

Le domande dei ragazzi e le risposte dei protagonisti saranno di ispirazione e punto di partenza per l’elaborazione di un progetto attorno al ’68, che gli enti del Polo svilupperanno per il 2018.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

 

ore 21:00
Sala ‘900, Via del Carmine 14

In apertura della serata verrà presentato un video realizzato con immagini, manifesti, documenti e testimonianze tratti dagli archivi e dalle biblioteche del Polo del ‘900.

Presentazione di Alessandro Bollo (direttore del Polo del’900)

Conduce: Battista Gardoncini (giornalista)

Dei protagonisti di quei giorni hanno finora aderito: Anna Bravo, Vicky Franzinetti, Peppino Ortoleva, Marco Revelli

 

 

28 Novembre, ore 20:30
Via Cesare Battisti 4b – Torino

MOBILITÀ, PROGETTAZIONE PARTECIPATA E FRUIZIONE DEGLI SPAZI URBANI

Il Gruppo Città e Territorio dell’UC organizza un incontro dedicato alla mobilità e alla fruibilità degli spazi urbani sotto l’aspetto dei diritti, della partecipazione e della promozione dell’attività motoria.

Con:
Lauren Rushing, consulente Studio Bereikbaar – Amsterdam (traduzione a cura di M. Cristina Caimotto);
Paolo Ruffino, esperto di governance e pianificazione urbana presso Decisio Economisch Adviesbureau – Amsterdam;
Mario Bellinzona, esperto di progettazione e pianificazione partecipata;

Romeo Farinella, architetto-urbanista,autore del libro Le Città Attive (2017).

A cura dell’Unione culturale Franco Antonicelli.

 

30 Novembre, ore 20:30
Sala ‘900, Via del Carmine 14

Presentazione del volume
Orizzonti internazionali a Torino
a cura di Dora Marucco e Cristina Accornero
(Donzelli Editore, Roma 2016)

 

Con le curatrici intervengono: Arnaldo Bagnasco, Walter Barberis, Pietro Marcenaro, Angelo Pichierri.
Coordina l’incontro: Pietro Polito.

A cura del Centro studi Piero Gobetti.

 

 

20 e 30 novembre 2017

Lavorare per la guerra. Industria e produzione bellica nel primo conflitto mondiale
Percorso didattico

Nell’ambito del progetto Prima fermata Savigliano — vincitore della prima edizione del Bando per il Piemonte Polo del ‘900, sostenuto dalla Compagnia di San Paolo —  la Fondazione Vera Nocentini proporrà agli studenti del Liceo Arimondi di Savigliano il percorso didattico Lavorare per la guerra. Industria e produzione bellica nel primo conflitto mondiale, inerente la produzione bellica con particolare riferimento al lavoro delle donne nella Società Nazionale Officine di Savigliano.

 

 

Continuano le iniziative del progetto integrato Infanzia Negata al Polo del ‘900

17 novembre – 15 dicembre 2017, tutti i giorni ore 10:00-19:00
Sala ‘900, Via del Carmine 14

Infanzia rubata. Un secolo di lavoro minorile, da Lewis W. Hine ai giorni nostri

L’Ismel propone una mostra – ideata, curata e realizzata da Raffaella Bellucci Sessa, Giovanni Bonotto, Marta Cena, Carmen Di Vuolo e Rodolfo Suppo per la Fondazione Alberto Colonnetti – volta a rappresentare il fenomeno del lavoro minorile attraverso una serie di fotografie scattate dal fotografo americano Lewis W. Hine a New York che documentano il lavoro dei bambini nelle miniere, nelle filature di cotone e nei laboratori clandestini nell’America dei primi decenni del Novecento.

Le fotografie storiche di Hine, selezionate da Rodolfo Suppo, sono poste in dialogo con immagini contemporanee scattate da diversi fotografi tra cui Andreja Restek, Laura Salvinelli e Stefano Dal Pozzolo; a corredo, una serie di fotografie documentanti missioni umanitarie in tutto il mondo (Pakistan, Burkina Faso, Guatemala, Nepal) condotte, tra gli altri, da FOCSIV e ISCOS.

Il percorso espositivo illustrerà la dimensione del fenomeno attuale, per certi versi sommerso e sconosciuto al largo pubblico, con alcuni focus testuali posti a commento delle fotografie e con il video A Future without Child Labour realizzato dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro.

Sono previste visite guidate gratuite alla mostra rivolte alle scuole e curate dalla Fondazione Alberto Colonnetti; info e iscrizioni: info@colonnetti.it.

La presentazione della mostra è fissata per il 16 novembre alle ore 11 presso il Polo del ‘900 (Sala ‘900). L’evento, rivolto al pubblico e alla stampa, prevede gli interventi di:

Giovanni Ferrero (Presidente ISMEL);
Alessandro Bollo (Direttore Fondazione Polo del ‘900);
Mauro Laus (Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte);
Raffaella Bellucci Sessa (Direttrice Fondazione Colonnetti);
Pier Massimo Pozzi (Segretario Regionale CGIL Piemonte);
Carlo Napoli (Segretario regionale Confartigianato);
Enrico Nada (Attività Sociali Nova Coop);
Rodolfo Suppo (Curatore della mostra);
Andreja Restek (fotografa).

 

16 Novembre, ore 17:00
Sala 900, Via del Carmine 14

Raccontare per Immagini. Workshop con Carlos Spottorno

 

L’Ismel in collaborazione con add editore, promuove il workshop Raccontare per immagini, condotto dal fotografo e giornalista Carlos Spottorno. L’evento è parte del programma di iniziative legate alla mostra Infanzia rubata. Un secolo di lavoro minorile, da Lewis W. Hine ai giorni nostri.

Il workshop è rivolto a 30 partecipanti di età compresa tra i 18 e i 30 anni; la partecipazione è gratuita, e i primi 10 iscritti riceveranno in omaggio una copia del libro La crepa (add editore, 2017), in uscita per la prima volta in Italia – con prefazione di Fabio Geda – nel mese di novembre.

La prenotazione è obbligatoria, e da effettuare via mail scrivendo a segreteria@ismel.it.

 

 

16, 30 novembre e 14 dicembre, ore 17.00
Sala Memoria delle Alpi

Via del Carmine 13

Corso di formazione con visite guidate
e attività di tutoraggio per docenti e classi della scuola primaria Infanzia e Novecento.
Via da scuola

Il percorso intende approfondire la storia dell’esclusione e della violazione dei diritti, in particolare dei più piccoli, durante gli anni del regime fascista e fornire strumenti adeguati agli insegnanti per condurrei giovanissimi studenti a individuare percorsi attuali di inclusione e rispetto dei diritti.

Il percorso è articolato in tre momenti di formazione che si terranno nel primo quadrimestre, un percorso di tutoraggio a richiesta degli insegnanti coinvolti e un momento conclusivo nel mese di gennaio, in occasione del Giorno della memoria, in cui si presenteranno i risultati del lavoro svolto a partire dalla storia dell’esclusione e della violazione dei diritti, in particolare dei più piccoli, durante gli anni del regime fascista per spingere i giovanissimi studenti a individuare percorsi attuali di inclusione e rispetto dei diritti.

Tre incontri presso il Polo del ’900 con una visita guidata al Museo Diffuso.

A cura dell’Istituto di studi storici Gaetano Salvemini in collaborazione con Istoreto e Museo Diffuso della Resistenza, con il contributo del Comitato Resistenza e Costituzione e del Consiglio Regionale del Piemonte.

 

 

Sala Conferenze, Corso Valdocco 4/a

RASSEGNA CINEMATOGRAFICA
STORIE DI INFANZIE NEGATE

A cura di ANCR e ISMEL.

 

16 Novembre, ore 18
Ninna nanna prigioniera di Rossella Schillaci, 2016, 1h22m
introduce la regista, Rossella Schillaci

 

23 Novembre, ore 18
La mia classe di Daniele Gaglianone, 2014, 1h32m

A seguire dibattito sulla condizione del lavoro minorile oggi con i rappresentanti dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL), le organizzazioni sindacali e le associazioni impegnate sul tema. Saluti di Mario Corfiati, vice-presidente Ismel.

 

30 Novembre, ore 18
A Ciambra di Jonas Carpignano, 2017, 1h58m

 

20 novembre
3 iniziative in occasione della GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA:

L’UNICEF NEL MONDO PER LA DIFESA DEI DIRITTI DEI MINORI

Palazzo San Celso
Sala Conferenze, ore 10:00

 

L’ attività formativa illustrerà, partendo da un inquadramento storico sulla nascita dell’UNICEF,
la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, l’Albero dei Diritti dell’UNICEF
e gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati per il 2030.

A cura del Museo Diffuso e di UNICEF Italia.

Attività rivolta agli studenti della scuola primaria e a quelli dei primi due anni di scuole secondarie di primo grado.

 

 

IL ROVESCIO DEI DIRITTI DEI BAMBINI

Palazzo San Celso
Sala Conferenze, ore 18:00

 

L’incontro prevede gli interventi di:
Andrea Balzola curatore della mostra Opposti non complementari, Jean-Claude Chincheré e Barbara Baiocchi, fotografi della mostra e Flavia Piccinni, autrice di Bellissime (Fandango).

Contributi video di Chiara Brambilla e Flavia Piccinni.

A cura del Museo Diffuso, A. Balzola e  M. Moscano. Con il patrocinio di Unicef Italia.

 

COLLA

Palazzo San Daniele
Sala 900, ore 20:30

 

Lettura scenica con Alessandra Ballerini, scrittrice ed autrice del libro Fifa nera/fifa blu (Donzelli)
e Antonio Damasco, attore e regista teatrale con musica dal vivo.

A cura della Rete Italiana di Cultura Popolare.

 

Apertura straordinaria del Museo Diffuso ore 10:00 – 20:00

 

 

26 novembre ore 16.00 e 18.00 – Fabbrica della Ruota, Pray (BI)
2 dicembre ore 18.30 e 21.00 – Sala 900, Via del Carmine 14 , Torino

Bambini in fabbrica: i bocia di Einaudi e Gobetti

Sceneggiatura e testi di Danilo Craveia e Marcello Vaudano

Spettacolo di Ars Teatrando, Compagnia Teatrale di Biella

Il lavoro minorile, quello dei “bocia”, è stato una condizione molto presente nel processo di industrializzazione del Biellese. Gli opifici tessili dell’Ottocento e del primo Novecento contavano sulla presenza dei bambini come elemento normale ed essenziale per l’attività produttiva. La difficile realtà dei piccoli biellesi in fabbrica fu svelata nel 1897 da un’inchiesta del giovane Luigi Einaudi pubblicata da Piero Gobetti nel volume Le lotte del lavoro del 1924. Quell’esperienza è rielaborata e racconta in un dialogo a flashback tra l’intellettuale antifascista e il futuro Presidente della Repubblica che, attraverso i suoi ricordi, riporterà in vita personaggi e situazioni di una realtà drammatica e sconosciuta. I flashback sono divisi da due “tempi” diversi: un piano temporale individuato nel 1923 (dialogo portante tra Luigi Einaudi e Piero Gobetti) e un piano temporale individuato nel 1897 (i ricordi di Einaudi della sua esperienza nel Biellese durante gli scioperi di quel periodo).

Due i protagonisti, LE e PG. Cinque i quadri che si “accendono” e si “spengono” fisicamente dando modo agli intermezzi di raccontare i retroscena e contestualizzare il racconto.

A cura di DocBi Centro Studi Biellesi e Centro Studi Piero Gobetti.

 

28 novembre 2017, ore 17:30
Sala ‘900, Via del Carmine 14

ALLA BONTÀ DELL’OSPIZIO QUESTA TENERA BAMBINA
Storia dell’Istituto per l’infanzia abbandonata della Provincia di Torino

 

Un incontro che vuole attraverso testimonianze, ricordi, video e immagini ricordare e comprendere cosa sia stato l’Istituto per l’infanzia abbandonata della Provincia di Torino. Un’istituzione che vanta un secolo di storia. In particolare si vuole approfondire il ruolo dell’Istituto nell’accoglienza dei bambini affidati. Due giovani artisti, un attore e un musicista, accompagneranno le testimonianze con letture e musiche.

Iniziativa con il patrocinio della Città Metropolitana. A cura della Fondazione Donat-Cattin.

 

Programma:
Saluti istituzionali.
Intervengono Cesare Bellocchio e un  giudice minorile del Tribunale dei minori.
Testimonianze: Angela Sordano, Jhon Campitelli, Franca Saccomano, Carla Meda.
Modera Luca Rolandi.

 

 

Aspettatevi la rivoluzione (parte III)

 

All’interno del vasto programma Maratona rivoluzionaria, che vede coinvolte alcune  tra le più note realtà culturali torinesi, segnaliamo in particolar modo l’iniziativa:

20/11 h 21 Unione Culturale, (Via Cesare Battisti 4/b)

proiezione di La Felicità (A. Medvedkin, 1934)

«Se diventassi zar, mangerei lardo con lardo!». Il povero contadino Khmyr’, goffo e maldestro, sembra condannato a una vita di stenti, tanto che un giorno la moglie lo manda via in cerca della felicità. Trascorrono gli anni e gli avvenimenti dell’Ottobre segnano l’inizio di una nuova vita.

Riuscirà Khmyr’ ad adattarsi alle trasformazioni e a realizzarsi nei nascenti kolchoz? Il film capolavoro di Medvedkin, muto in epoca di sonoro, rimosso dalla censura. Una fiaba che prende origine dal folclore per un omaggio sincero al contadino russo.

 

 

Musica e Potere. L’Anima Russa – ultimi due incontri

Sala Lettura – Via del Carmine, 14

A cura della Fondazione Istituto piemontese A. Gramsci in collaborazione con Xenia Ensemblenell’ambito dell’EstOvest Festival.

Relatori: Giovanni Carpinelli, storico; Claudio Pasceri, musicista

 

Unione Sovietica
16 novembre 2017

h. 19.00 – concerto aperto al pubblico (ingresso: intero 7€; ridotto 5€)

NEXT – New Ensemble Xenia Turin: Adrian Pinzaru, violino; Eilis Cranitch, violino; Mizuho Ueyama, viola; Claudio Pasceri, violoncello

Programma: Dmitri Shostakovich, Quartetto d’archi n. 1; Mieczyslaw Weinberg, Quartetto d’archi n. 5.

Relatori: Giovanni Carpinelli, storico; Alessandro Tommasi, musicologo e pianista

 

Quel che resta del Comunismo
23 novembre

h. 19.00 – concerto aperto al pubblico  (ingresso: intero 7€; ridotto 5€)

Adrian Pinzaru, violino e viola; Eilis Cranitch, violino; Claudio Pasceri, violoncello

 

Programma: Alfred Schnittke, Moz-art per due violini; Alfred Schnittke, In Memoriam; Dmitri Shostakovich per due violini; Giya Kancheli, Rag-Gidon Time per trio d’archi; Giya Kancheli, Nachdem Weinen per violoncello solo; Sofia Gubaidulina, Freuedich! per violino e violoncello.

Relatori: Giovanni Carpinelli, storico; Claudio Pasceri, musicista

 

17 novembre 2017, ore 20:30
Sala ‘900, Via del Carmine 14

Stalin: collettivizzazione tra fame e gulag

 

Quarto e ultimo appuntamento del ciclo di proiezioni organizzato dalla Fondazione Donat-Cattin. Un racconto che parte dalle straordinarie immagini di Archivi del Cremlino, programma di Arrigo Levi andato in onda vent’anni fa su Rai Uno.

 

Intervengono:
Fausto Bertinotti, già presidente della Camera dei Deputati;
Enrico Costa, già Ministro degli Affari Regionali.

Modera Ettore Boffano, vice direttore de Il Fatto Quotidiano.

 

 

LO SCHERMO DELLA RIVOLUZIONE
30 ottobre – 23 novembre
(Torino, Ivrea, Piossasco e Fossano)

 

Continuano gli appuntamenti della Rassegna Lo schermo della Rivoluzione curata da Sergio Toffetticon Stefano Boni, Grazia Paganelli ed Elena Testa, e realizzata da Museo Nazionale del Cinema di Torino e Archivio Nazionale Cinema d’Impresa – CSC, in collaborazione con Cineteca Nazionale – CSC, Polo del ‘900, Slow Cinema, Il Piccolo Cinema, Fondazione Vera Nocentini, Fondazione Istituto Piemontese A. Gramsci, GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo.

CONDIVIDI: