fbpx
Calendario eventi

L’attrazione dell’oltremare e l’Africa seducente

mercoledì 30 Marzo | 14.30 - 19.00

Prima giornata de Il colonialismo negli archivi cinematografici. Giornate di studio su storia e cinema a cura dell’ANCR, nell’ambito della rassegna VISIONI DEL RIMOSSO Lo sguardo cinematografico sul colonialismo italiano. 

Il progetto nasce da un lungo lavoro di ricerca sia in ambito storico sia filmico, e in particolare dalla presenza nei fondi filmici di Ancr del film La società agricola Italo-somala nella Somalia italiana (Carlo Pedrini, 1928).

La valorizzazione dei materiali d’archivio è alla base del progetto, perché permette di mantenere vivo l’apporto conoscitivo dato dalle fonti documentarie cinematografiche e dagli altri documenti conservati, e offre inoltre la possibilità di praticare la lettura e l’analisi di questi documenti, rendendoli un valore culturale a disposizione della comunità.

Il tema del colonialismo italiano sta riaffiorando negli ultimi anni con studi, ricerche ed esplorazioni di archivi, audiovisivi e non solo, attività che muovono dall’intenzione di prendere coscienza di un passato controverso e pieno di ombre, in buona parte rimosso e nascosto. Ne è derivata una varia e diffusa produzione letteraria e cinematografica che affronta il tema da varie angolature e si sono realizzate in modo sparso sul territorio italiano diverse iniziative di diffusione e divulgazione. Per questo motivo Ancr intende anche raccogliere il filo di quanto fin qui prodotto e studiato per avviare una sistematizzazione degli studi cinematografici sul tema e tentare di decolonizzare, finalmente, gli sguardi.

 

Prima giornata

 

Ore 14,30: Apertura dei lavori

  • Giulia Carluccio, Prorettrice dell’Università degli Studi di Torino
  • Alessandro Bollo, Direttore del Polo del ‘900
  • Franco Prono, Presidente di Ancr
  • Paola Olivetti, Direttrice di Ancr

Ore 15 – 19: L’attrazione dell’oltremare e l’Africa seducente: esotismo, esplorazioni, la costruzione dell’altro e dell’altra prima dell’impero fascista

  • Cecilia Pennacini (Università di Torino), Razze, colonie, immagini: la costruzione visiva del “selvaggio” e la “missione civilizzatrice”
  • Maria Coletti (Cineteca nazionale), L’Africa esplorata e immaginata, tra documentario e finzione
  • Luca Mazzei (Università di Roma Tor Vergata), Fare la guerra, vedere la colonia (e viceversa): gli operatori italiani a Tripoli nel 1911-13
  • Gianmarco Mancosu (Università di Cagliari), Aethiopia 1924. La nascita della propaganda cinematografica coloniale fascista
  • Beatrice Falcucci (Università dell’Aquila), Esplorare, filmare, esporre. Pratiche transmediali nella produzione di Vittorio Tedesco Zammarano
  • Fartun Mohamed (European University Institute Firenze), L’amnesia della diaspora somala. Come (ri)attivare la memoria attraverso l’uso delle fonti coloniali cinematografiche
  • Andrea Mariani (Università di Udine) e Serena Bellotti (Università di Udine), I nuovi testimoni del film Spedizione Franchetti nella Dancalia

Modera: Liliana Ellena

Visioni ed estratti da:

  • Aethiopia (Guelfo Civinini, 1924) [provenienza della copia Archivio Luce]
  • La società agricola Italo-somala nella Somalia italiana (Carlo Pedrini, 1928) [provenienza della copia Ancr]
  • Il sentiero delle belve (Vittorio Tedesco Zammarano, 1932) [provenienza della copia Cineteca nazionale]
  • Cronaca cinematografica della guerra italo-turca. Serie mista (1912) [Restauro a cura di CSC-Cineteca Nazionale, USSME, Università degli studi di Tor Vergata]
  • Matrimonio abissino (Roberto Omegna, 1909)
  • Zuma (Baldassarre Negroni, 1913)

 

Programma delle giornate di studio

 

 

Progetto speciale finanziato dal Ministero della cultura, direzione generale cinema e audiovisivo. 

Per partecipare agli eventi e agli spettacoli al Polo del ‘900 è obbligatorio esibire il Green Pass rafforzato unitamente ad un documento di identità e tenere indossata correttamente la mascherina di tipo FFP2 o superiore.

Per accedere restano valide le seguenti indicazioni: avere la temperatura inferiore ai 37,5° e disinfettare le mani con le soluzioni idroalcoliche a disposizione.

Scopri di più

Newsletter

Iscriviti!