fbpx
La Biblioteca e Sala Lettura - via del Carmine 14 è chiusa

a a
Blog

#ilpoloèsempreonline. Le proposte degli enti

#ilpoloèsempreonline. Le proposte degli enti

Proposte e contenuti digitali in continuo aggiornamento accessibili a distanza nell’ambito del progetto #ilpoloèsempreonline.

Centro internazionale di studi Primo Levi
  • Primo ufficio dell’uomo. I mestieri di Primo Levi. Primo Levi ha riflettuto a lungo sul tema del lavoro e ha descritto nelle sue opere i mestieri più vari: i suoi due mestieri di chimico e di scrittore, il lavoro coatto dei deportati in Lager, le sfide quotidiane del montatore Faussone, protagonista della Chiave a stella. Il documentario si sofferma sugli aspetti del lavoro affrontati nelle opere e al tempo stesso ripercorre le tappe principali della formazione di Levi e della sua attività di chimico e scrittore. Guarda
  • L’aspetto umano della scienza: Protezione. Dialogo scientifico-divulgativo intorno a un racconto fantascientifico di Primo Levi, in cui alla lettura di un attore segue l’intervento di uno studioso, che si lega al tema scientifico del racconto. In Protezione è messa in scena una nuova umanità, costretta a indossare in casa e fuori una corazza metallica che copre tutto il corpo, imposta dalla legge per proteggere i cittadini da pericolose piogge di micrometeoriti.  Guarda
Centro studi Piero Gobetti
  • Confesso che ho paura. Un appello alla cultura contro la paura. A cura di Pietro Polito. Leggi
  • Io racconto. Il Centro Gobetti propone agli appassionati di scrittura uno spazio per raccontare la propria quotidianità in questo momento di emergenza. Partecipa
  • Le mie letture. Consigli di lettura dagli amici e dalle amiche del Centro Gobetti. Leggi
  • Lo Zibaldone. Un diario collettivo composto con citazioni esemplari dagli amici e dalle amiche del Centro Gobetti. Leggi
Fondazione Carlo Donat-Cattin
  • Proposte di audio-lettura al tempo del Coronavirus. La peste di Londra 1664-1665, raccontata e letta da Mariapia Donat-Cattin. Ascolta
Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci Torino
  • L’ottimismo della volontà. Ogni giovedì a partire dal 19 marzo la lettura di una delle lettere scritte negli anni della prigionia da Antonio Gramsci, che  ha saputo trarre dalla dura esperienza del carcere l’opportunità per leggere, scrivere, riflettere, parlare con amici, moglie e figli, utilizzando, ironia, favola, dolcezza, lasciandoci un patrimonio intellettuale e morale inestimabile e quanto mai attuale. Ascolta
  • Online il cortometraggio Aida, un racconto intimo e popolare di un momento storico che ha segnato un cambiamento culturale nell’Italia degli anni ’40. Prodotto da Cinefonie, Officine Veneto, Ouvert – realizzato grazie alla Fondazione Piemontese Istituto A. Gramsci, con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito del Bando Polo del 900. Guarda
Fondazione Vera Nocentini
  •  La Fondazione Nocentini propone piccole dispense per approfondire dal punto di vista storico tematiche fortemente legate all’attualità, a partire dal Servizio Sanitario Nazionale. Esplora
Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà
  • Il Museo e l’allestimento permanente Torino 1938-1948. Dalle leggi razziali alla Costituzione. Guarda
  • Dal 18 marzo la pagina Facebook del Museo accoglierà clip video per raccontarne la storia ed esplorarne i luoghi. Segui
  • Proiezioni in streaming del film L’Italia liberata di Daniele Biacchessi e Giulio Peranzoni. Venerdì 20 e 27 marzo 2020 alle ore 21.00, e venerdì 2 aprile 2020 alle ore 20. Scopri di più
  • Didattica a distanza – Il Martinetto. Esplora
  • Didattica a distanza – I bombardamenti. Esplora
  • La staffetta della memoria. l Museo, in collaborazione con la Rete italiana di cultura popolare e l’Istoreto, organizza un’iniziativa di narrazione collettiva, rivolta a chiunque possegga un oggetto legato alla Seconda Guerra Mondiale, alla Resistenza o alla Liberazione e voglia raccontarne la storia. Partecipa
Rete Italiana di Cultura Popolare
  • Gli incontri di Io spaccio cultura proseguono in videochiamata perché nonostante questo periodo tante sono le novità da condividere e le idee che vogliamo continuare a far camminare. Partecipa
  • Tradi radio, nasce con l’obiettivo di essere un luogo in cui raccontare riti, tradizioni, luoghi e modelli di socialità. Vuole diventare una finestra aperta su musiche, parole, culture differenti per ballare a perdifiato o fermarsi a riflettere, senza dimenticare mai l’importanza del confronto con il diverso e con l’altrove. Ascolta

Newsletter

ISCRIVITI!

Sai già cosa cercare o vuoi una mano?