fbpx

a a
News

L’età dei diritti? I cicli d’incontri di Polopresente

LOGO POLOPRESENTE

La nuova edizione del progetto integrato Polopresente propone incontri sul  tema dei diritti nella società contemporanea, sulla loro affermazione e tutela. La riflessione pone le sue basi sulla consapevolezza che i diritti non sono mai un’acquisizione definitiva, bensì una continua scoperta di spazi e libertà che la tradizione e il potere cercano incessantemente di erodere.

Il calendario di quest’anno si articolerà in sei cicli di appuntamenti e un focus group. Ogni ciclo sarà composto da quattro appuntamenti ad accesso libero e gratuito. Aprirà la serie un lecture  o tavola rotonda a cui seguiranno tre incontri seminariali di approfondimento coordinati da tutor che hanno il ruolo di organizzare idee, spunti e sollecitazioni dei partecipanti.

Il primo ciclo Se otto ore vi sembran troppe…! Tempo e organizzazione del lavoro nella quarta rivoluzione industriale inizia a marzo a cura della Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci e si concentrerà sul rapporto tra diritti e lavoro, in occasione dei cento anni dal primo accordo italiano sulle otto ore lavorative (20 febbraio 1919). Durante gli incontri si rifletterà sul rapporto tra il tempo, l’innovazione tecnologica e l’organizzazione del lavoro. La discussione partirà da una prospettiva internazionale sulla durata e l’organizzazione del lavoro al tempo della quarta rivoluzione industriale, in cui sono ancora presenti contese e lotte per il tempo, che intrecciano passato e futuro.

  • Lunedì 18 marzo (ore 18.00, Sala Didattica), il primo incontro. Se otto ore vi sembran troppe…!  sarà condotto da Dunia Astrologo con l’introduzione di Andrea Aimar e vedrà gli interventi di Simone Fana, Francesco Quatraro e Tatiana Mazali.

Nel mese di maggio seguiranno gli incontri curati dal Centro studi Piero Gobetti, che, in collaborazione con il Salone del Libro, indagherà il rapporto tra diritti e poteri, a partire dalla lectio magistralis di Luciano Canfora.

L’Unione Culturale Franco Antonicelli a giugno proseguirà la riflessione sul genere con un ciclo di incontri dedicato al rapporto tra i linguaggi (politici, mediatici, performativi) e visibilità GLBTQ.

A settembre l’Istituto di studi storici “Gaetano Salvemini” si occuperà di diritti e populismi; a ottobre la Fondazione Vera Nocentini parlerà del dramma delle migrazioni contemporanee con un ciclo sul naufragio dei diritti; a novembre il Museo Diffuso della Resistenza, della Guerra, della Deportazione, dei Diritti e della Libertà rifletterà sul reale coinvolgimento dei nuovi cittadini nella vita culturale delle nostre città.

Nel corso dell’anno la creazione di un focus group inviterà gli iscritti agli incontri di Polopresente 2018 a contribuire per individuare un settimo tema verso cui indirizzare una riflessione partecipata. Rispetto agli incontri, il processo del focus group sarà inverso: ci saranno tre momenti collettivi di discussione, poi sarà scelto un ospite a cui affidare, entro l’anno la conduzione di una lecture sull’argomento scelto.

Membership

2 tessere, 900 modi di viverle

Sai già cosa cercare o vuoi una mano?